Privacy Policy

Serata di approfondimento sul tema educativo per genitori ed educatori attraverso la figura di PAVEL  FLORENSKIJ

Giovedì 28 ore 21.00 in collegamento dal sito dell’Agorà – link FINESTRA APERTA – don Filippo Dotti  (coadiutore a Lecco) ci guiderà nella conoscenza di PAVEL  FLORENSKIJ, genio matematico-filosofico e prete ortodosso russo, che morirà deportato nel 1937.  Per chi vuole iniziare a  conoscere il grande Florenskij, può vedere il video: “Nulla va perduto. L’esperienza di Pavel Florenskij(11’11”).

L’incontro verrà trasmesso anche sul CANALE YOUTUBE DELL’AGORA’ (link attivo qualche minuto prima della diretta) e sarà disponibile la registrazione dell’incontro per chi non potesse seguire in diretta.

Pavel Florenskij: Fede, Scienza, Martirio - Conferenza 17 Marzo - Associazione Archeosofica Roma

 LETTERA  DAL CARCERE   20 marzo 1921

Amati figlioletti miei,

eccovi una cosa che non posso non scrivere: abituatevi, educate voi stessi a fare tutto ciò che fate in maniera perfetta, con cura e precisione; che il vostro agire non abbia niente di impreciso, non fate niente senza provarvi gusto, in modo grossolano.

Ricordatevi che nel pressapochismo si può perdere tutta la vita, mentre al contrario, nel compiere con precisione e al ritmo giusto anche le cose e le questioni di secondaria importanza, si possono scoprire molti aspetti che in seguito potranno essere per voi fonte profondissima di nuova creatività […]. E non solo. Chi agisce con approssimazione, si abitua anche a parlare approssimativamente, ed il parlare grossolano, impreciso e sciatto coinvolge in questa confusione anche il pensiero.

Cari figlioletti miei, non permettete a voi stessi di pensare in maniera trascurata. Il pensiero è un dono di Dio ed esige che si abbia cura di sé. Essere precisi e chiari nei propri pensieri è il pegno della libertà spirituale e della gioia del pensiero.

da Pavel A. Florenskij,  Non dimenticatemi,  Mondadori, Milano, 2009, pp. 417-418